VERSUS

Questa e’, de facto, la citta’dei contrasti.

Gli enormi buildings delle istituzioni, cemento e vetro, insieme all’architettura tipica delle citta’del nord, con le loro case colorate, i tetti a punta e gli interni in legno.

Gli uomini d’affari in giacca e cravatta e gli arabi nei loro abiti tipici.

Le donne con il tailleur Armani ma le sneakers ai piedi, perche’se piove e devi correre il tacco dodici – anzi, il tacco e basta, di qualunque altezza esso sia – non e’la calzatura migliore.

Questa utopica Europa unita, presente in ogni bandiera, poster, manifesto ed angolo, e la netta divisione tra gli stessi abitanti del Paese a seconda della lingua che parlano.

I sogni, anche quelli piu’grandi, a portata di mano e la difficolta’di realizzarli che ti si materializza di fronte piu’e piu’volte al giorno.

Il freddo che vorrebbe chiuderti in casa e la bellezza in ogni dove che ti costringe ad uscire.

2

Vivere in un contrasto e’tutt’altro che semplice. Se ne diventa il prodotto, e credo che alla lunga in qualche modo ci si abitui. Non ci sara’piu’nulla di strano in un funzionario vestito di tutto punto che pedala sotto la pioggia con il giubbetto giallo catarifrangente.

Ma allo stesso tempo – ed e’una cosa che mi piace tanto quanto mi terrorizza – ci si ridimensiona. Tutta questa vastita’, tutte queste possibilita’, tutte le storie che si confondono sotto questo cielo fanno si che ci si renda conto di quanto si e’piccoli, di quanto poco e’lo spazio che si occupa in questo pianeta.

Si incontrera’sempre qualcuno che ha la meta’dei tuoi anni ed ha fatto il triplo delle cose che tu, nel tuo cantuccio, hai avuto anche solo il coraggio di immaginare di fare.

E questo fa bene. Rischiara la mente, le intenzioni, rispolvera l’umilta’che perdiamo tanto semplicemente perche’ci sentiamo, un po’tutti, esclusivi, outsider della vita, incompresi.

1

Sprona anche, certamente, a non mollare.  Oppure a farlo, se necessario, perche’accettare i propri limiti e’sempre meglio che fingere di non vederli affatto.

3

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s